Raffaella La Villa è nata a Novara alcuni anni fa, dove vive e lavora come insegnante di Francese di scuola superiore. Le parole le usa da sempre e le scrive da poco, in italiano almeno. Attirata dalla narrativa noir, purché impura e contaminata da approfondimenti psicologici, ha studiato presso Scuola Holden di Torino per alcuni anni. Ama scrivere racconti. Il suo “Karma” era tra i finalisti del concorso Giallo sulla Gialla, organizzato da Mondadori a San Donato Milanese, e si è classificato al primo posto del Concorso Giallo Indipendente 2017. Con il racconto noir “Primavera” ha vinto il primo premio del Concorso San Giuliano in Giallo 2017. “Il pianista di Porta Nuova” ha vinto due primi premi, nell’ambito del Concorso Letterario La Canonica di Novara e del Premio di Poesia e Narrativa Città di Arcore 2017. È tra i finalisti pubblicati nell’antologia del Premio Letterario Giovane Holden (Viareggio 2017).